Quanto costa il servizio?

Meno di una sanzione pecuniaria per una singola mancata comunicazione.


Perchè acquistare il servizio?

L’obbligo di comunicazione a Ivass per l’iscrizione e la cancellazione di un intermediario e di un collaboratore, è imposto dal Codice e dal Regolamento Ivass 40/2018.

Con una rete distributiva ampia è probabile dimenticare una comunicazione a Ivass per la cancellazione o iscrizione al RUI.

Per effettuare la ricerca degli intermediari e dei collaboratori presenti nel RUI occorre consultare le posizioni individualmente, una alla volta, quindi occorre dedicare tantissimo tempo al monitoraggio.

Le imprese assicurative devono monitorare nel continuo il rispetto della normativa vigente della propria rete distributiva. Annualmente devono predisporre la Relazione (ex Rapporto ISVAP 2743) per Ivass, in cui comunicano tra le varie, la composizione della propria rete distributiva nella Tabella 1.

Gli intermediari devono comunicare entro i tempi previsti a Ivass eventuali iscrizioni per l’avvio di nuovi rapporti di collaborazione o le cancellazioni. Inoltre annualmente devono comunicare alle Imprese assicurative la composizione della propria rete di collaboratori.

Per l’Autorità di vigilanza è semplice verificare le incongruenze tra quanto comunicato dalle Imprese assicurative tramite il Rapporto annuale e le comunicazioni per iscrizione/cancellazione degli intermediari e collaboratori presenti nel RUI.


Quali sono le sanzioni pecuniarie e disciplinari?

Art. 305 comma 2 del Codice – Chiunque esercita l’attività di intermediazione assicurativa o riassicurativa in difetto di iscrizione al registro di cui all’articolo 109 è punito con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da euro diecimila a euro centomila.

Art. 324 comma 1 del Codice – Gli intermediari assicurativi e riassicurativi, ivi inclusi quelli a titolo accessorio che nell’ambito della distribuzione di prodotti assicurativi e di investimento assicurativi violano gli articoli 109 (Iscrizione al RUI) e 113 (Cancellazione) sono puniti secondo i criteri di cui all’articolo 324-sexies con una delle seguenti sanzioni:

a) richiamo;

b) censura;

c) sanzione amministrativa pecuniaria:

  • per le società, da cinquemila euro a cinque milioni di euro oppure, se superiore, pari al cinque per cento del fatturato complessivo annuo risultante dall’ultimo bilancio disponibile approvato dall’organo di amministrazione;
  • per le persone fisiche, da mille euro a settecentomila euro;

d) radiazione o, in caso di società di intermediazione, cancellazione.


Casi di sanzioni pecuniarie IVASS per mancata cancellazione

ORDINANZA PROT. N. 217282/19 DEL 9 SETTEMBRE 2019 – Violazione combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del regolamento ISVAP 5/2006 – mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione. Norma Sanzionatoria art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. Importo sanzione euro 2.000,00 (duemila/00).

ORDINANZA PROT. N. 227015/19 DEL 25 SETTEMBRE 2019 – Violazione combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del regolamento ISVAP 5/2006 – mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione. Norma Sanzionatoria art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. Importo sanzione euro 2.000,00 (duemila/00).

ORDINANZA PROT. N. 217282/19 DEL 9 SETTEMBRE 2019 – Violazione combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del regolamento ISVAP 5/2006 – mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione. Norma Sanzionatoria art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. Importo sanzione euro 2.000,00 (duemila/00).

ORDINANZA PROT. N. 250064/18 DEL 12 NOVEMBRE 2018 – Violazione combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del regolamento ISVAP 5/2006 – mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione. Norma Sanzionatoria art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. Importo sanzione euro 3.000,00 (tremila/00)

ORDINANZA PROT. N. 236818/18 DEL 26 OTTOBRE 2018 – Violazione combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del regolamento ISVAP 5/2006 – mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione. Norma Sanzionatoria art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. Importo sanzione euro 2.000,00 (duemila/00).